Idenity Graphic
chi siamo
calendario corsi
danza popolare
danze ebraiche
animazione

 

 

"DANZANDO SUL MONDO"

LA DANZA NELLA SCUOLA

Aggiornamento di Danze Popolari Per Bambini

rivolto a Insegnanti Educatori Animatori

Lucia Gambino e Franco Lotrecchiano

 

Sabato 26 Ottobre '13

ore 14.30 - 17.30

 

SARONNO (VA)

Sala: "Casa Del Partigiano "

Via Maestri del lavoro 2

 

>>>ooo<<<< >>>ooo<<<<

 

"ZITTI E FERMI!!!"

- Ovvero il Sogno di Ogni Insegnante -

Aggiornamento rivolto a

Insegnanti Educatori e Animatori

con Angelo Scalvini - Psicomotricista

 

Sabato 5 Ottobre '13

ore 14.30 - 17.30

 

SARONNO (VA)

Sala: "Casa del Partigiano "

Via Maestri del lavoro 2

 

>>>ooo<<<< >>>ooo<<<<

 

PROGETTI DIDATTICI E DI AGGIORNAMENTO

PER LA SCUOLA E GLI INSEGNANTI:




"LE DANZE DEI POPOLI"

LA DANZA NELLA SCUOLA

Corsi e Stages di Aggiornamento

di Danze Popolari Per Bambini

rivolto a

Insegnanti-Educatori-Animatori

con Franco Lotrecchiano e Lucia Gambino

 

Corsi e Stages di Aggiornamento teorico-pratici sull'utilizzo didattico

delle Danze Popolari provenienti dalla cultura dei Diversi Paesi.




>>>ooo<<<<



"GIRO, GIROTONDO..."

Progetto di Gioco Espressivo e Semplici danze

Popolari e Didattiche per la Scuola Dell'Infanzia

Percorso ludico-espressivo di giochi ritmico-sonori,

filastrocche e semplici Danze Popolari dal mondo.

 

>>>ooo<<<<

 

"DANZANDO SUL MONDO"

Progetto di Musica - Gioco e Danza Etnica Popolare

Per la Scuola Elementare e Media.

L'aspetto ritmico-musicale e in particolare la danza, rivestono una


importanza fondamentale nell'educazione di ciascun individuo.

Attività psiocomotoria per eccellenza, la danza costotuisce uno stru-

mento privilegiato di espressione artistica, ma anche mezzo che fa-

vorisce lo sviluppo del senso ritmico, migliora la conoscenza del

proprio corpo e le sue potenzialità: "la danza... è una cooperazione

organizzata delle nostre facoltà mentali, emotive e corporee che si

traduce in azioni la cui esperienza è della somma importanza per lo

sviluppo della personalità" (R. Laban).

Infatti l'ascolto musicale partecipato e viceversa la partecipazione

interpretativa e creativa all'ascolto, oltre a far coordinare, lateraliz-

zare, organizzare a livello spazio temporale e quindi a far interioriz-

zare i concetti psicomotori di base senza forzarture, favorisce la so-

cializzazione attraverso l'applicazione di regole e la derivante gra-

tificazione sia individuale, sia collettiva che accomuna sempre ogni

successo raggiunto.

La danza è una rappresentazione corale e come tale sviluppa nel

gruppo un sentimento di unione e solidarietà, ridimensiona le mani-

festazioni egocentriche e incoraggia gli alunni più timidi e introversi

Grazie all'atmosfera distesa e giocosa ottenuta durante l'attività co-

reutica, è possibile raggiungere un livellamento, ma mai un appiat-

timento dei valori individuali, favorendo le relazioni interpersonali

tra bambini.

Al di là dell'aspetto psicomotorio che rappresenta l'aspetto più appa-

riscente dell'attività coreutica, la danza è un'espressione palese del-

le diverse realtà culturali che nel corso del tempo si sono evolute,

differenziate e stratificate, possiamo quindi considerare la Danza co-

me il prodotto di molteplici fattori socio-culturali che ne identificano

il luogo, il tempo e l'ambiente in cui si è venuta delineando.

Attraverso l'attività coreutica è quindi possibile ripercorrere uno o

più itinerari storico-geografici cogliendo analogie e operando con-

fronti fra le diverse culture e diversi ambienti.

Per queste ragioni la danza diviene un prezioso strumento per lo

studio e l'approfondioermento di varie discipline, facilitando il loro

collegamento e concorrendo al raggiungimento di una visione glo-

bale del sapere.

E' possibile articolare il progetto in diversi percorsi storico-culturali-

geografici, che permettono attraverso la Danza Etnica e Popolare di

soddisfare le specifiche esifgenze pedagogiche-educative che si

incontrano nella Scuola dell'Obbligo e di sviluppare conoscenze

storico-geografiche e culturali relative a temi specifici:

- Le Danze dei popoli dell'Europa e quelle regionali Italiane.

- Le Danze dei diversi continenti del mondo.

- Le feste, la storia, le tradizioni. Il ciclo delle stagioni e della vita.

- Avvicinarsi alla cultura medievale e rinascimentale.

- Laboratorio di educazione musicale. Il ritmo, il corpo e i tamburi.

 

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

Il percorso didattico "Danzando Sul Mondo", può essere articolato in

diversi progetti storico-culturali ed espressivi, che permettono attra-

verso la "DANZA POPOLARE" di soddisfare le specifiche esigenze

pedagogiche-educative, che si incontrano nella Scuola Dell'Obbligo.

 

INSEGNANTI

 

LOTRECCHIANO FRANCO.

Diplomato psicomotricista C.I.R.E.P.

(Centro Italiano Ricerca Educazione Psicomotoria).

Specializzato presso la scuola di formazione per Insegnanti

U.I.S.P. Lega Danza Etnica.

 

GAMBINO LUCIA.

Specializzata presso la scuola di formazione per Insegnanti

U.I.S.P. Lega Danza Etnica

 

MODALITA' DI INTERVENTO

Ogni progetto si articola in 10 incontri a cadenza settimanale della

durata di ore 1 ora ciascuno, per un totale di ore 10.

E' prevista la presenza di n° 1 operatore per ogni gruppo-classe.

E' possibile variare sia il numero che la durata degli incontri,

adattandoli alle specifiche esigenze didattiche.